Natale Nel Salento

Italiano
Foto Piazza Santo Oronzo 8 dicembre 2018

Visitare il Salento nel perioodo natalizio? Una scelta che vi consente di apprezzare il lato più caratteristico e tradizionale del Salento. Accoglienza, artigianato, gastronomia, folclore, cultura e tradizione si fondono in tante sfumature pronte a scaldare le persone del luogo e i visitatori. Anche nel periodo della vacanze di Natale e che porta ad inagurare il nuovo anno, il territorio del Tacco d'Italia si arricchisce di diversi eventi tutti da ammirare e apprezzare grazie al clima che non diventa praticamente mai tanto freddo da essere proibitivo permettendono di poter proporre serate all'aperto nei centri storici. Sono numerosi anche gli aventi nelle strutture ricettive, nelle masserie, negli agruturismi, nei locali e nei pub. Tanti gli eventi pubblici nel cuore di Lecce e in tutte le cittadine sparse per il Salento come: i presepi viventi, i presepi monumentali, apertura delle chiese più caratteristiche con i loro presepi, eventi gastronomici e degustazione dei prodotti ticipi, focare, concerti natalizi,eventi di benificenza, sagre, mercatini e tante oppurtunità per lo shopping.

I presepi viventi

Tipico dell’area salentina è quella della realizzazione in tanti comuni della Provincia di Lecce dei “presepi viventi”. La bellezza di questi presepi risiede tutta nell’unicità di ciascuno di essi, realizzati con la dedizione delle pro loco e amministrazioni comunali di ogni paese, in ambientazioni sempre molto belle e caratteristiche come antiche corti, palazzi, centri storici e campagne.

Uno dei presepi salentini più famosi in assoluto è quello di Tricase, oltre che uno dei primi ad essere stato inscenato. Questo presepe vivente ha una tradizione che ha superato i trent'anni e si estende nei boschi fuori la cittadina per ben quattro ettari, tra centinaia di figuranti che lo animano come se ci si ritrovasse davvero all’interno di un antichissimo villaggio dell’anno "0". Prima di ritrovarvi di fronte alla capanna con Gesù Bambino, vedrete tutta la vita con i mestieranti dell’epoca come fabbri, filatrici al lavoro su antichi telai, contadini. Un’atmosfera magica che offre uno spettacolo imperdibile anche per tutti i laici che si ritrovano ad ammirarlo passandoci nelle vicinanze.

A Vignacastrisi e a Leverano sono i centri storici a diventare dei veri e propri presepi. La particolarità di questi presepi viventi è che gli abitanti stessi mettono al servizio della collettività una stanza in cui realizzare l’ambientazione d’epoca, con scene sempre suggestive in grado di trasmettere emozioni.
 

Anche a Casarano e Castro il presepe viene adibito direttamente all’interno dei rispettivi centri storici, ma in questi casi l’impronta data ai villaggi è più “recente” attestandosi attorno al periodo medievale.

A Calimera il Museo di Storia Naturale organizza un presepe dove vengono impiegati veri animali e tutti quegli elementi vegetali tipici della macchia mediterranea locale. 

Sono tanti altri i centri abitati salentini che organizzano ogni anno un presepe vivente e ciascuno di essi ha merito di tenere viva la tradizione del Natale nel Salento e meritano attenzione per l’impegno che vien messo nel realizzarli.

I presepi viventi possono essere visitati ogni anno in giorni diversi e ciascuno segue un proprio calendario di apertura, ma generalmente sono sempre aperti nelle ore pomeridiane almeno nei giorni di Natale, Santo Stefano, Capodanno ed Epifania.
 

 

I presepi monumentali

Esistono poi diversi altri presepi che pur non essendo viventi sono del tutto caratteristici tanto da imprimersi facilmente nella memoria dei visitatori.

Tra questi, è ormai diventato un appuntamento fisso e storico il presepe di Lecce Città nel centro storico, il presepe in passsato era realizzato ogni anno all’interno dell’Anfiteatro Romano in Piazza Sant’Oronzo nel cuore di Lecce dove affacciandovi sull’Anfiteatro, situato sotto il livello pedonale della piazza, si poteva guardare da lontano un colpo d’occhio unico: tra i gradoni romani, nella grande arena centrale, piccole casupole realizzate con la tecnica del muretto a secco, muretti, piante, ulivi, fiumiciattoli facevano da vivo contorno alla capanna del Bambino. Dal quest'anno 2018 si è scelto di trasferire il presepe in Piazza del Duomo a Lecce, anche questa nuova scelta è risultata eccezionale e di impatto. La bellezza di Piazza del Duomo a Lecce è un incredibile sfondo, creando un fascino ed un'amosfera suggestiva. La scelta di spostare il presepre monumetale di Lecce in Piazza del Duomo dal 2018, inoltre permette ai visitatori di avvicinarsi maggiormente al presepe e poter apprezzare meglio la fattura e le caratteristiche uniche dello stesso.  I personaggi del presepe sono a grandezza naturale, e adesso si possono ammirare a distanza di 1/2 metri e non più solo dall’alto a distanza di decine di metri. I personaggi sono sempre molto curtati e realizzati in cartapesta, un’altra antica arte tutta salentina.

Un altro presepe del tutto particolare è quello realizzato a Salice Salentino, un presepe permanente che si estende in 26 scene realizzate in cartapesta animate da centinaia di statuine di medie dimensioni. 
 

Mercatini e Sagre

Un altr acaratteristica tipica del periodo natalizio nel Salento, Tacco d’Italia è che torna a popolarsi di mercatini e sagre, un po’ come avviene per altri versi nei mesi estivi. Si tratta di sagre e mercatini con impronta e spirito invernale e natalizia.

Tra i più importanti ricordiamo il “Natale Artigianoche si tiene ormai da diversi anni a Lecce. In quest’evento viene realizzato in Piazza Sant’Oronzo a Lecce una sorta di “villaggio” natalizio dove si possono trovare numerose opportunità di shopping percorrendo le vie e i corsi che portono dal centro alla piazza , giunti nel villaggio” oltre agli acquisti si potrà scegliere di degustare specialità salentine, ascoltare storie locali, ammirare le tradizioni artigianali evidenziate in una grande mostra-mercato all’aperto.

Il “Natale Artigiano” si tiene nel mese di dicembre l’evento vede unire le forze di Camera di Commercio, Imprese e confederazioni di artigianato e gruppi di azione locale, come Confartigianato Imprese Lecce e i gruppi Terra d’Otranto e Serre Salentine, patrocinato dal Comune di Lecce.

 

L’esposizione artigianale proposta è totalmente locale, con produzioni che vanno dall’enogastronomico ai manufatti artistici, mostrando al contempo non solo il prodotto finito, ma anche le tecniche di lavorazione dei materiali. In particolare, l’artigianato salentino si distingue per la lavorazione di pietra leccese, cartapesta, ceramicha, legno, tessuti, vetri. Come nei presepi viventi, il concept scenografico vede l’inquadramento della mostra in una sorta di antico villaggio in casupole di legno, anche per meglio correlarsi al lavoro artigianale di grande tradizione, amalgamandosi perfettamente con le altre installazioni luminarie di Natale presenti in piazza quali luci, decorazioni e il grande Albero.

Tra le varie degustazioni, potrete assaggiare ottimi dolci tipici e prodotti dell’agroalimentare, fornendo ulteriori occasioni di “dolci regali” per Natale a familiari, parenti e amici.

Tante le iniziative da scoprire, come aderire all’iniziativa “Artigiano per un giorno” tramite la quale si può scoprire la lavorazione e l’impegno che viene dedicato alla realizzazione di ciascun prodotto. Viene data a chiunque desideri, la possibilità di cimentarsi in prima persona nell’apprendimento di alcune delle tecniche di base nella lavorazione artigianale artistica di vari materiali: pietra leccese e cartapesta su tutti, ma anche terracotta, grazie al coinvolgimento dei Laboratori di Arti e Mestieri. Ci si può calare da protagonisti nella realizzazione di un lavoro comprendendo la fatica e la creatività che comporta ogni singolo pezzo realizzato. Ad aiutare gli “apprendisti artigiani” saranno maestri locali chiamati da ogni angolo della provincia di Lecce, che si alterneranno giorno dopo giorno nel seguirli svelando alcune delle tecniche di lavorazione personali.

E' presente anche un Info Point delle Gal Terra d’Otranto e Serre Salentine che fornirà informazioni su itinerari e percorsi salentini, iniziative, sagre e feste, oltre che mostrare le migliori selezioni per masserie, attività di ristorazione e bed&breakfast. Si tratta di iniziative di visita, espositive ed informazione gratuite.

Altre importanti sagre invernali sono la Sagra della Pittula a Specchia, la Festa del Fuoco a Zollino, la Focara di Santa Lucia a Sternatia.

La Sagra della Pittula a Specchia è tra le più antiche rinnovandosi da oltre trent’anni, le pittule sono delle tipiche frittelle salentine fatte con farina e olio e a volte ripiene con pomodorini, rape o olive. La sagra si tiene la sera del 24 dicembre, aspettando il Natale tra stand che offrono piatti di enogastronomia locale e band locali a suonare su un palco. Si aspetta tutti insieme attorno al fuoco della Focareddha, un falò realizzato in piazza per scaldare il corpo e i cuori e come buon augurio. Potrete fare il tutto gustando le buonissime pittule!

Molto interessanti sono in particolare anche i mercatini realizzati ad Otranto e a Gallipoli.

Ad Otranto, ammirerete un altro mercatino dell’artigianato locale mostrato all’interno del centro storico, tra tutti i monumenti più importanti come la Cattedrale, la Chiesa di San Pietro, il grande Castello Aragonese e la Porta Alfonsina.

A Gallipoli, nel lungo viale di Corso Roma, potrete passeggiare tra tanti stand appositamente realizzati per il periodo natalizio dove fare acquisti tradizionali e non, arrivando infine nella Città Vecchia una volta passato il ponte nei pressi del Castello: qui termineranno gli stand, ma potrete ammirare tanti presepi artistici e un suggestivo presepe vivente.

Nei giorni prima e dopo Natale potrete ammirare anche in tanti altri paesi mercatini e fiere sparse un po’ per tutto il territorio e che vi aiuteranno ad immergervi completamente nel Natale salentino, mentre per i più giovani non mancano numerosi eventi incentrati su concerti e balli dal tramonto all’alba. E se avete tempo per restare un po’ di più, dal 16 al 18 gennaio poterete ammirare la bellissima Focara di Novoli, uno dei falò più grandi del mondo.

Nel Salento di certo avrete l’opportunità di passare un Natale particolare e ricco di calore, ammirando suoni, colori, luci e tradizioni e vivendo un'esperienza turistica accogliente, ricca di storia,cultura,opportunità di acquisti e tempo libero. Visitando Lecce attraverserete una città a misura d'uomo, con un centro storico che va oltre la semplice tradizione diventando dinamico e proiettato a un futuro sostenibile in cui cultura, storia vanno a braccetto con il progresso.

Il Salento partento dal capoluogo di Lecce per poi ginugere alle altre cittadine del Tacco d'Italia diventa fulcro in Puglia della vita e della cultura degli abitanti locali, dei visitatori e dei turisti. Vi innamorerete anche di queste suggestive tradizioni senza tempo e di questo periodo dell'anno in Salento.

 

 

 

 

Sede

Via del Fosso, snc 

Lucugnano - Tricase - Lecce

ITALIA

Newsletters

Iscriviti per ricevere gli ultimi aggiornamenti, notizie e altro ancora...

Contatti

Puoi contattarci tramite:

Web: Contattaci Online

Telefono +39 0832 1832103

Fax +08321831160

info@meravigliososalento.it