In Primo Piano:

I martedì della Taranta e Mostra Lampante

Posizione

Castello di Gallipoli
Rampa Castello
73014 Gallipoli
Italia
IT
Italiano
Data Evento: 
Martedì, 20 Agosto, 2019 - 20:00
Meteo in tempo reale: 
GALLIPOLI Condizioni Meteo

Martedì  20 agosto 2019 torna l'appuntamento con i "I martedì della Taranta" alle ore 20.00 la rassegna ha preso il via la rassegna il via martedì 25 giugno. I visitatori potranno ballare e ascoltare la musica popolare salentina con Canti e pizziche. Nell'atrio del Castello di Gallipoli si esibiranno i Niurimari, gruppo composto da Marco D'Amico (tamburello e voce), Cristian Manuel Del Gottardo (fisarmonica e voce) e Mino Busti (chitarra ritmica).  Concerto gratuito per i visitatori del castello.

Le altre date: start rassegna Martedì 25 giugno 2019, poi Martedì 2 luglio 2019 , Martedì 9 luglio 2019, Martedì 16 luglio 2019, Martedì 23 luglio 2019, Martedì 30 luglio 2019, Martedì 6 agosto 2019, Martedì 13 agosto 2019, Martedì 20 agosto 2019 e Martedì 27 agosto 2019

Durante la rassegna si potrà visitare  la mostra “Lampante".

"Il tarantato, colui che è stato morso, diventa danzando il ragno che lo ha morso, e al tempo stesso lo calpesta e lo schiaccia col piede che danza: questa valenza d’identificazione combattente costituisce il carattere fondamentale del tarantismo come cura. Chi danza si fa ragno: lo imita, striscia al suolo o cammina carponi, s’arrampica, fila la tela, salta ma al tempo stesso è impegnato agonisticamente contro il ragno che lo possiede: una volta questo agonismo si manifestava mediante la danza della spada, danzata secondo il ritmo della tarantella."

- La Taranta, Gianfranco Mingozzi -

 

 

 

Mostra “Lampante. Gallipoli, città dell’olio”

“Il cammino interiore è simile al lavoro che una volta facevano gli uomini per accendere il fuoco. Si batte e si ribatte una pietra contro l’altra, senza stancarsi, finché scocca la scintilla. Per nascere il fuoco ha bisogno del legno ma per divampare deve aspettare il vento. Cerca dunque sempre il fuoco nella tua vita, attendi il vento, perché senza fuoco e senza vento i nostri giorni non sono molto diversi da una mediocre prigionia.”

- Susanna Tamaro -

Dal 25 aprile al 3 novembre le sale e gli spazi esterni del Castello di Gallipoli ospiteranno “Lampante. Gallipoli, città dell’olio”. La mostra - a cura di Luigi Orione Amato, Antonio Monte e Raffaela Zizzari - è un racconto che celebra “l’oro liquido” che, dall’inizio del XVI secolo, permise a Gallipoli di divenire la maggiore piazza europea per la produzione e la commercializzazione di olio lampante, “illuminando” le grandi Capitali europee come Parigi, Londra, Berlino, Vienna, Stoccolma, Oslo, Amsterdam e intrattenendo, con le stesse, ricchi commerci e scambi culturali.

Nel XVIII secolo la produzione e l’esportazione di olio dalla Puglia e in particolare dalla Terra d’Otranto raggiunsero l’apice. Il 90% dell’olio che si esportava dalla Puglia nel 1700 era olio lampante, olio chiaro e grasso, acquistato specie dagli Stati esteri per l’illuminazione, per la lavorazione della lana e per fabbricare il sapone. 

“Lampante” sarà la messa in scena di un territorio e del suo bene più prezioso: l’olio, le sue eccellenze, le tante storie, le mille rotte e le preziose tracce. “Sarà una mostra parlante, in grado, ci auguriamo, di ristabilire delle relazioni, delle consuetudini percettive con l’olio, la sua importanza produttiva ma soprattutto identitaria” sottolineano i curatori. "C’era un tempo in cui l’olio lampante era considerato come oro e le cisterne di Gallipoli ne erano piene. La sua trasparenza permetteva un particolare bagliore tendente al bianco che lo rendeva più gradevole, profumato, lucente e puro di ogni altro olio sul mercato. Dallo scalo gallipolino le botti di olio raggiungevano il Nord Europa e da lì le steppe della Russia. Grazie alla sua purezza era utilizzato per bruciare l’incenso davanti le statue ortodosse ed illuminava le stanze della zarina. Con l'olio a Gallipoli si fabbricava anche il sapone preferito dalle gran dame parigine".

“La Puglia ha bisogno di luoghi che invoglino ad entrarvi. Capaci di attrarre non solo per la loro bellezza ma anche per le storie che sono in grado di raccontare. E questo è quello che sta provando a fare la Regione, insieme ai Poli Bibliomuseali e a tutti coloro che sono impegnati a dare al patrimonio pugliese un futuro diverso da quello di contenitore privo di contenuto" sottolinea Loredana Capone, assessore all'Industria culturale e turistica della Regione Puglia. "Così una mostra sull’olio in un Castello potrà forse sembrare una cosa bizzarra e, invece, non lo è. Perché quel Castello non si trova in un non luogo ma abita un territorio che dell’olio ne ha fatto una tradizione fortemente caratterizzante"

La mostra sarà accessibile tutti i giorni da giovedì 25 Aprile a domenica 3 novembre 2019

 

 

 

Homepage ufficiale e maggiori dettagli su: Web: www.castellogallipoli.it

Evento Promosso da: 

Amministrazione Comunale di Gallipoli

Per scoprire meglio il Salento e i suoi eventi più importanti potrebbe interessarti leggere gli articoli ai seguenti link:

Estate in Salento  ; 

Rassegna d'Autori 2019 a Melpignano ; 

Il cantastorie tra Capo di Leuca, Balcani, Africa, Mediterraneo

Flash Mob a Bari del Festival Notte Taranta per il recupero Oasi Torre Squllace marina protetta di Porto Cesareo  ;

-  #TARANTA22 ;

 

Scorri gli altri eventi in programma:

 

Sede

Via del Fosso, snc 

Lucugnano - Tricase - Lecce

ITALIA

Newsletters

Iscriviti per ricevere gli ultimi aggiornamenti, notizie e altro ancora...

Contatti

Puoi contattarci tramite:

Web: Contattaci Online

Telefono +39 0832 1832103

Fax +08321831160

info@meravigliososalento.it